Intervista

Le biblioteche fiorentine viste dal sindacato


Abstract


Da anni l'incremento di attività e di sedi per le biblioteche fiorentine è realizzato con personale dipendente da cooperative in appalto. Le criticità sono numerose, il senso di precarietà diffuso e la rivendicazione dei propri diritti quasi inesistente perché a ogni scadenza dell'appalto si teme che la gara successiva possa peggiorare le condizioni esistenti. Esistono però delle misure che possono in parte ovviare alle problematiche, pur restando in questo ambito critico che è l'esternalizzazione dei servizi, e anche se l'auspicio è quello di tornare a una gestione diretta dei servizi bibliotecari da parte del Comune.

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


e-ISSN 1723-3410

Registrazione del Tribunale di Firenze n. 4471 del 30 marzo 1995
Gli articoli pubblicati su Bibelot sono distribuiti con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported

Licenza Creative Commons