Recensione: “Libraries Archives and Museums as Democratic Spaces in a digital age” Edited by: Ragnar Audunson, Herbjørn Andresen, Cicilie Fagerlid, Erik Henningsen, Hans-Christoph Hobohm, Henrik Jochumsen, Håkon Larsen, and Tonje Vold. Berlin, De Gruyter Saur, 2020

Autori

  • Anna Maria Tammaro

Abstract

La comunità professionale in tutto il mondo discute - spesso animatamente - su due domande chiave:

  • La digitalizzazione sarà la fine delle istituzioni culturali?

  • La spinta ad assumere un ruolo sociale va o no al di là della funzione di sviluppo e accesso alla collezione per tutte e tre queste istituzioni? 

In questione c’è l’identità professionale, con la necessità di convincere la società del valore dei servizi bibliotecari in era digitale. La lettura di questa antologia, disponibile in accesso aperto nel sito dell’editore De Gruyter, è un’opportunità importante per conoscere il dibattito internazionale su un tema che riguarda tutti i professionisti. 

Riferimenti bibliografici

Deodato, J. (2014) “The Patron as Producer: Libraries, Web 2.0, and Participatory Culture”. Journal of Documentation, 70, no. 5, 734–758.

European Union (2018). Participatory Governance of Cultural Heritage: Report from the OMC (Open Method of Coordination) Luxembourg: Publications Office of the European Union, 2018. https://europa.eu/cultural-heritage/toolkits/participatory-governance-cultural-heritage_en.html

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-01-13

Fascicolo

Sezione

Recensioni

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i

1 2 3 4 5 > >>