Anticipazioni su Libriamoci 2011 - Maria Grazia Simeone Vedianche - Notiziario della Sezione Liguria dell'Associazione Italiana Biblioteche
Anno 21 numero 1/2 2011

Anticipazioni su LIBRIAMOCI 2011

Maria Grazia Simeone *

* Biblioteca Civica Beghi La Spezia

Non c’è due senza tre, dice il proverbio: il successo inaspettato
della prima “puntata” di “Libriamoci. Leggere ovunque, leggere comunque”, organizzata quasi come un esperimento nel 2009 dalle Biblioteche civiche della Spezia, e ancora di più la grande riuscita della rassegna nel 2010 con la partecipazione di 5.000 persone, non potevano che portare a una terza edizione nella settimana tra l’uno e il nove ottobre.

Immagine i Libriamoci. Libri a scaffale

Lo scorso anno la rassegna ha potuto contare su nomi di spicco (Piero Dorfles, Marco Buticchi, Marco Ajme, Pap Khouma, Gino Roncaglia, Isabella Vaj, Barbara Schiavulli, Daniela Brancati, Anita Garibaldi, Antonio Dipollina, Giuseppe Pigoli, Barbara Sgarzi, Marco Ridi, Adriano Fabris solo per citare i più famosi) e ha iniziato una riflessione su temi di attualità particolare per il mondo del libro: dove sta andando la cultura, che impatto avrà l’editoria elettronica su lettori, librerie e biblioteche, come possono convivere libro e e-book. Nello stesso tempo ha mantenuto le sezioni che già avevano caratterizzato la prima edizione: Leggere a Spezia leggere di Spezia, per non perdere il prezioso contatto con gli autori, i temi e l’editoria locale; Letture golose per i più piccoli; Nei tempi che corrono, su argomentidi attualità. Particolare successohanno avuto gli incontri mattutiniper gli studenti sulla comunicazione e sui nuovi media.
La filosofia della manifestazione, portare cioè il libro in luoghi lontani dalle sedi deputate, ha avuto un’originale realizzazione in tre filobus d’epoca collocati in piazze del centro storico della Spezia, adibiti alla vendita e letteralmente presi d’assalto dai lettori. Gruppi di animazione teatrale hanno portato in mezzo alla gente, nelle vie, nel mercato, personaggi e situazioni legate ai libri più famosi. Non è stupefacente incontrare Mary Poppins o Anna Karenina mentre fai la spesa o sei seduto al tavolino del bar? L’edizione del 2011 riconferma i capisaldi di Libriamoci: i filobus saranno sostituiti da gazebo concentrati in Corso Cavour, nel cuore della zona pedonale della Spezia, gli attori animeranno ancora i luoghi più affollati della città, le sezioni tradizionali ospiteranno autori e libri sui temi più vari. Continuerà anche la riflessione sul futuro del libro: si parlerà in particolare del progetto Medialibrary, la piattaforma di prestito digitale di e-book, video, foto per le biblioteche pubbliche con l’amministratore delegato di Horizon Giulio Blasi, e dei cosiddetti “nativi digitali” con Paolo Ferri.
E i nomi più conosciuti dal pubblico non specialistico? Eccone alcuni, in ordine casuale (il calendario definitivo verrà pubblicato a settembre): Marco Buticchi, Pino Cacucci, Stefano Bordiglioni, Salvatore Marchese, Simone Perotti, Vannino Chiti, Marco Malvaldi, Paolo Logli, Ester Armanino, affiancati da scrittori e personaggi meno conosciuti ma significativi a livello locale. Per citare un altro proverbio, l’appetito vien mangiando. Il successo della scorsa edizione dà la carica di entusiasmo e motivazioni per trasformare Libriamoci 2011 nell’evento culturale più vivace dell’autunno spezzino, grazie anche a un sito internet dedicato interamente alla rassegna.